Cos'è una regione in DotA?

Il torneo annuale di Valve, The International, è servito come una versione di e-sport dei Giochi Olimpici

Il torneo annuale di Valve, The International, è servito come una versione di e-sport dei Giochi Olimpici. Tuttavia, mentre alle Olimpiadi ci sono restrizioni relative alla cittadinanza dei partecipanti, in DotA questi confini sono molto più sfocati.

Squadre provenienti da quattro regioni - America, Sud-Est asiatico, Europa e Cina si contendono il diritto di prendere parte a Major o TI. Tuttavia, la maggior parte di queste competizioni sono online. I comandi, nella maggior parte dei casi, sono limitati a quelli. parte - ping. Inoltre, la decisione sulla loro partecipazione alle qualifiche regionali viene presa direttamente da Valve.

Per Valve, la divisione regionale era principalmente associata alla logistica degli eventi, piuttosto che al tentativo di sviluppare il livello di gioco in tutto il mondo, fornendo condizioni uguali per tutte le regioni. Le squadre possono includere giocatori di diverse nazionalità e l'organizzazione che li rappresenta può trovarsi in un altro continente. Questi fattori rendono la definizione della "casa" della squadra un compito molto difficile. Ad esempio, Complexity è un'organizzazione americana molto antica, ma c'erano tre giocatori svedesi in questo team di TI. La composizione di Digital Chaos sulla TI6 comprendeva un ucraino, un americano, un siriano, un danese e un macedone. In questo caso, entrambe le squadre sono considerate americane e hanno preso parte alle qualifiche americane.

Le restrizioni regionali diventano ancora più confuse quando le squadre iniziano a spostarsi specificamente verso altre regioni per un periodo di qualifiche, al fine di avere maggiori possibilità di successo.

In un'intervista con SingSing su Dotablast , ha onestamente risposto perché la squadra europea Kaipi ha deciso di giocare nelle qualifiche americane aperte per il Boston Major. Le squadre americane sono più deboli. "Il livello del gioco è più basso, basta guardare: anche otto squadre non hanno abbastanza qualifiche regionali", ha aggiunto.

Il basso livello del gioco nelle Americhe è un segreto ben noto. Team ProDota annunciato il desiderio di giocare nelle qualifiche americane, riferendosi alla disonestà del sistema, un eccesso di squadre dalla regione europea e "un'ovvia differenza nel livello del gioco tra Europa e America". Nelle Americhe, non solo ci sono meno squadre, ma il loro livello di gioco è notevolmente inferiore. Il Team ProDota vinse facilmente la qualifica aperta, ma perse nella roulette principale.

Il segreto del team durante le qualifiche per TI6 ha dato la stessa decisione di partecipare alle qualifiche europee. Giocando in America, avrebbero dovuto incontrarsi con Evil Geniuses mentre erano ancora nella fase di selezione delle squadre. Indubbiamente, entrambe le squadre sono piuttosto un'eccezione - tali squadre raramente rientrano in qualifiche aperte.

Le qualifiche aperte promettono che tutti hanno la possibilità di entrare in The International. In realtà, questa possibilità è incredibilmente piccola. I vincitori escono quasi sempre da squadre famose, che per qualche motivo non possono ricevere un invito diretto. A volte il motivo è molto meritato - la squadra non è riuscita a mettersi in mostra nella pausa tra i principali tornei. E a volte non c'è abbastanza spazio nella griglia del torneo.

Per questo motivo, molte vecchie squadre professionistiche si ritrovano in qualifiche aperte, dove distruggono tutte le speranze dei giovani team. Chissà quanti giocatori potenzialmente talentuosi sono stati delusi da DotA dopo aver passato il Team Secret e Evil Genius in Europa e in America? Inoltre, sorge la domanda: è importante che queste squadre abbiano perso la possibilità di dichiararsi perdendo in una squadra di un'altra regione?

Le competizioni dovrebbero dar luogo a una sana competizione. C'è un motivo per cui le regioni sottoposte a restrizioni del ping come il Sud-est asiatico e il Sud America di solito si comportano peggio nei tornei internazionali LAN. Possono essere praticati solo tra di loro. Anche i team cinesi che storicamente vivevano separati dal mondo esterno, cominciarono a rendersi conto della necessità di competere con squadre di altre regioni. Lo stesso vale per l'Asia nel suo insieme: il team coreano MVP Phoenix è diventato il rappresentante più forte del Sud-Est asiatico sulle LAN internazionali negli ultimi due anni, in gran parte grazie all'esperienza dei tornei internazionali.

DotA è uguale ovunque, indipendentemente dalla regione in cui viene riprodotto. Eppure, ogni regione ha le sue specifiche. Nonostante il fatto che i confini siano attualmente molto sfocati, ogni regione conserva la sua unicità. Questo è ovvio per ogni giocatore che ha giocato in diverse regioni. I cinesi giocano a DotA, gli europei giocano a un altro, i CIS giocano a terzi. Ping crea una sorta di "confini naturali" tra le regioni, consentendo all'identità regionale di svilupparsi ulteriormente, nonostante il fatto che tutti i team stiano imparando gli uni dagli altri.

Uno dei problemi risolti da questo sistema era che le regioni erano comprese in modo estremamente ampio. La regione europea includeva sia l'Europa che la CSI; Americano - Sud e Nord America. Il Sud-Est asiatico è ancora rappresentato da Malesia, Filippine, Corea, ecc., Ma, a quanto pare, i primi passi verso la conservazione dell'identità sono ancora in corso.

Al momento, la "casa" della squadra è la regione in cui la squadra ha il ping meno alto. Il ping basso è fondamentale durante le qualifiche di base, anche se squadre molto forti possono ignorare i piccoli ritardi quando giocano contro avversari deboli. Lo stato delle qualifiche aperte al momento è molto diverso da quello che era in precedenza. Prima delle qualifiche c'era la possibilità per le giovani squadre di dichiararsi. Ora è un modo per squadre più potenti di ignorare i problemi con il sistema esistente e uno squilibrio nel numero e nella qualità dei team in diverse regioni.